Ma se mi lavo i denti col Danacol, il colesterolo sbianca?

di Giorgia Petrini

Dopo tanto disperarmi nel devoto approfondimento di questo nutrimento sapienziale, ho scoperto la verità anche sulla molecola N3. Avete presente? Quella che dovrebbe rendere le donne immuni dal rischio di lasciare alle proprie spalle “in quei giorni” una sorta di scia del terrore con maschere d’ossigeno anti-panico… E’ un’amica della bollicina dell’acqua Lete, forse, più che una molecola anti odore.

La pubblicità è un disastro
. E’ quel meccanismo perverso che suscita in noi bisogni che non abbiamo per spingerci a consumare prodotti, cose, beni di consumo e di salute che non solo non sono mai ciò che ci viene detto, per essere facilmente da tutti assimilato, ma soprattutto non ci servono, nel vero senso del termine “servire”. Davvero abbiamo bisogno di credere nel miracolo del botox che riduce le rughe dell’88% (non un punto di più né uno di meno) o nel vasetto anti colesterolo al sapor di fragola Danacol (abbonata da anni alle multe dell’antitrust)? A quanto pare, sì. Ma, in realtà, non è vero. Certo è che vivere in un mondo che ti vuole costantemente bello, sano, efficiente, attivo, brillante, sveglio e gajardo, anche quando – e se – non te lo puoi permettere, ovvero anche quando – e se – tu di fatto non ti senti per nulla tale, non è proprio facilissimo. Il tema, quindi, è indurti ad ostacolare in ogni modo la realtà che ti circonda, fatta magari di cose semplici, utili, naturali e dignitose, per una che non vuoi e che da solo non avresti mai pensato di incontrare per la tua strada, come gli Omega-3, altro tema ultra discusso da diversi anni, ormai.
20120116162130

Ma come si esce dal gigantesco problema sociale secondo cui oggi non si fa in tempo a sapere tutto di tutto e per cui ci si fida ancora così tanto della tv, della pubblicità o del passaparola, senza mai guardare meglio, senza provare a capire qualcosa in più o senza approfondire niente? Siamo ossessionati dalla salute, eppure la prima cosa che facciamo è metterla costantemente a rischio con l’ignoranza; ci lamentiamo della crisi e abbiamo tutti un telefono di ultima generazione; ci sentiamo degli incompresi, ma non ci parliamo neanche più.
Sicuri che non sarebbe sufficiente cominciare dall’essere ciò che siamo e dal vivere la nostra vita per quello che è (cellulite compresa), senza il bisogno impellente e irrinunciabile di fare liposuzioni virtuali a “ragazze sfortunate”? Magari, possiamo iniziare comprando il pane a lievitazione naturale dal panettiere, invece che quello grigio topo (sotto vuoto) in farmacia. Dico così, per dire. Anche se, in effetti, quando incontri qualcuno alla cassa del supermercato all’ora di punta che ferma la coda e inchioda il rullo meccanico perché vuole sapere dal cassiere (!) se realmente le gomme Happydent White Baking Soda sbiancano i denti oppure no, ti viene un senso di perdizione totale che quasi ti senti Amelie in un meraviglioso mondo di matti. E voglio essere gentile.

Ho capito che, per avere uno spaccato significativo della realtà, la prima cosa da fare oggi è navigare sui forum sociali di uomini e donne che si confrontano su temi d’attualità ad “alto contenuto informativo”, di carattere umanitario e di emergenza planetaria,  e provare un paio di parole chiave a caso, tipo “maniglie dell’amore” e “denti bianchi”.

Mi si è aperto un mondo e mi si è spento il PC. Poi dice che Dio non esiste…
denti-bianchi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...