Jo Library 2007

Letti nel 2007 dal più recente:

“I cento sensi segreti” di Amy Tan
Nei momenti di perdizione nell’Oriente ritrovo me stessa. Anch’io vivo in un mondo …Yin.
Qualche passo del libro sul mio blog…
* “Oceano Mare” di Alessandro Baricco
Questo libro ha per me un significato Speciale e il titolo che lo contraddistingue ha un Senso che, nel momento in cui l’ho letto, non avrebbe potuto rappresentare meglio la realtà delle cose. La fine di questa lettura ha dato un nuovo inizio a ciò che nella mia biblioteca l’ha fatta approdare e, comunque vada, l’Oceano Mare di Grandi Verità (che ne fanno un testo degno di un ripiano di cristallo) è quello che conta realmente
E’ talmente bello da non poter restare …solo luisenza parole.Qualche passo del libro sul mio blog…
Continua a leggere Jo Library 2007

Kneebody

Belli, giovani e bravi!
Si chiamano Adam Benjamin, Shane Endsley, Kaveh Rastegar, Ben Wendel e Nate Wood.
Il trombettista Dave Douglas ha commentato in un giudizio che non potrebbe esprimere meglio il talento di questa band: “La loro musica segna una nuova direzione possibile, è spontanea ed eccitante. La scrittura è fresca e il modo in cui la sanno integrare con l’improvvisazione è unico.”
Arrivano da Los Angeles, New York e Denver. Suonano tutti e tutti compongono con un risultato che divampa dal rock-jazz elettro-acustico all’hip hop. Li conoscevo singolarmente per averli trovati tra i musicisti di alcuni miei cd (Ani Di Franco e Steve Coleman), ma insieme li si apprezza per un jazz contemporaneo che è davvero fuori dalle righe: una formazione poliedrica giovane, talentosissima e di un livello, tecnicamente parlando, che farebbe invidia al grande Miles (Davis)!
Era uno degli ultimi concerti dedicati al jazz-rock e contemporaneo dalla Casa del Jazz. Ci provavo da qualche tempo ad assistere ad un’esibizione dal vivo di questi fenomeni. Finalmente ieri sera ci sono riuscita…

Il sito ufficiale dei Kneebody >>
I Kneebody su myspace (link ricco di live videos e mp3) >>