L’ingegno di Alessandro Volta tra la pila e la preghiera.

di Redazione

Alessandro Volta
 (Como, 1745 – Camnago Volta, 1827).

Fisico, fu ingegno così versatile da offrire contributi nel campo dell’elettrostatica, elettrometria, meteorologia, chimica, pneumatica, geologia e termologia. A lui dobbiamo l’invenzione dell’elettroforo perpetuo, la prima macchina elettrostatica ad induzione, l’elettroscopio condensatore, l’elettrometro assoluto, e, soprattutto, la pila. Portò avanti studi fondamentali sui gas. Fu uomo di profonda fede e di preghiera, come altri pionieri dell’elettricismo (padre Beccaria, padre Nollet, Luigi Galvani).

Fonte: “Scienziati, dunque credenti” (Francesco Agnoli), Edizioni Cantagalli.

Alessandro Volta su Wikipedia.

Un pensiero su “L’ingegno di Alessandro Volta tra la pila e la preghiera.”

I commenti sono chiusi.