Archivi tag: Sacramenti

Malnati: doveroso donare i mezzi di grazia ai divorziati risposati.

di Andrea Tornielli, 7 Ottobre 2014

Il vicario per la cultura della diocesi di Trieste, studioso di Paolo VI: «Gli Orientali concedono su un fallimento sponsale la possibilità di una “benedizione di penitenza” per un’altra convivenza che non scalfisce l’indissolubilità del matrimonio fallito»

«Credo doveroso che si doni comprensione, accoglienza e i mezzi di grazia a certe condizioni a chi porta il peso di un fallimento nella indissolubilità» e questa riammissione «non scalfisce l’indissolubilità del matrimonio fallito». Lo afferma in questa intervista con Vatican Insider monsignor Ettore Malnati, parroco e vicario per la cultura della diocesi di Trieste, nonché profondo conoscitore e studioso della figura di Paolo VI. Malnati è autore di numerose pubblicazioni  e studi sul Concilio e sul magistero della Chiesa. Continua a leggere Malnati: doveroso donare i mezzi di grazia ai divorziati risposati.

«Pregate per Sinodo e famiglie ferite»

di Avvenire, 8 Ottobre 2014

Il Papa ha invitato i fedeli, al momento dei saluti finali dell’udienza generale di oggi, mercoledì, in piazza San Pietro, a “far entrare nella vostra preghiera i lavori del Sinodo sulla famiglia che si è aperto domenica scorsa” ed è in corso fino al 19 ottobre in Vaticano. “È un momento importante della vita della Chiesa, come anche per il sostegno alle nostre famiglie spesso ferite e provate in molti modi. Che Dio vi benedica e che benedica le vostre famiglie!”. Continua a leggere «Pregate per Sinodo e famiglie ferite»

Sinodo, Erdo: «I divorziati risposati appartengono alla Chiesa».

Il relatore generale ricorda come siano già «invitati alla Liturgia», e invita a studiare a fondo «eventuali cause di nullità» davanti alla Sacra Rota. No alle nozze gay.

di Maria Strada, 6 Ottobre 2014

Monsignor Peter Erdo, arcivescovo di Budapest, arriva alla sala del Sinodo dove è relatore generale (Getty Images/Origlio).

Continua a leggere Sinodo, Erdo: «I divorziati risposati appartengono alla Chiesa».

Adulterio non fa rima con Comunione.

di Tommaso Scandroglio, 4 Ottobre 2014

In vista del Sinodo straordinario sulla famiglia che inizierà domenica 5 ottobre, proseguiamo con la presentazione del magistero della Chiesa che riguarda i diversi aspetti legati alla questione che ha tenuto banco in queste settimane, il tema della comunione ai divorziati risposati.

Ieri abbiamo visto che, documenti del Magistero alla mano, il matrimonio è indissolubile. Chi attenta a questa sua proprietà con il divorzio non può accedere alla Comunione proprio perché atto gravemente immorale e contrario alla fede. Se poi oltre al divorzio si cerca una seconda unione volendola pure formalizzare dal punto di vista giuridico (seconde nozze), la condizione del battezzato si fa ancora più critica in merito alla possibilità di ricevere le Sacre Specie. Continua a leggere Adulterio non fa rima con Comunione.

«L’uomo non osi separare ciò che Dio ha unito».

di Tommaso Scandroglio, 3 Ottobre 2014

In vista del Sinodo straordinario sulla famiglia, che si apre domenica fino al 19 ottobre, vogliamo qui ricordare alcuni documenti del Magistero o della gerarchia cattolica in merito alla problematica dell’ammissione dei divorziati risposati al sacramento dell’Eucarestia. Questa disanima si articolerà in più puntate. Iniziamo con il punto dogmatico fondamentale che impedisce a chi ha voluto in modo deliberato il divorzio di accedere alle sacre specie, anche se poi decide di non risposarsi: l’indissolubilità del matrimonio. Se il matrimonio è indissolubile, tentare di scioglierlo tramite il divorzio è un atto gravissimo che porta all’esclusione del battezzato dalla possibilità di comunicarsi. Il coniuge che invece ha subito ingiustamente il divorzio, se vive castamente, può comunicarsi. Continua a leggere «L’uomo non osi separare ciò che Dio ha unito».

Tettamanzi apre ai sacramenti per i divorziati risposati.

L’arcivescovo emerito di Milano non partecipa al Sinodo: teologo moralista, ha collaborato alla stesura delle encicliche di Giovanni Paolo II. Ora pubblica un libro che va nella direzione proposta da Kasper.

di Andrea Tornielli, 3 Ottobre 2014

«In attesa delle discussioni sinodali penso che l’ipotesi potrebbe essere accolta», anche se a «precise condizioni». Dionigi Tettamanzi, arcivescovo emerito di Milano, teologo moralista nonché collaboratore di Giovanni Paolo II per la stesura delle sue encicliche in materia morale, apre alla possibilità di concedere i sacramenti ai divorziati risposati. Continua a leggere Tettamanzi apre ai sacramenti per i divorziati risposati.

Comunione ai divorziati, Papa Francesco ai cardinali: “No al clericalismo”.

Puntuale è arrivata, seppure in modo indiretto, la risposta di Bergolio ai cardinali che contestano la sua apertura ai divorziati risposati in vista del Sinodo dei vescovi sulla famiglia. “Il Papa non ha il compito di offrire un’analisi dettagliata e completa sulla realtà contemporanea, ma invita tutta la Chiesa – dice il pontefice – a cogliere i segni dei tempi”

di Francesco Antonio Grana, 19 Settembre 2014

“Davanti a tante esigenze pastorali, davanti a tante richieste di uomini e donne, corriamo il rischio di spaventarci e di ripiegarci su noi stessi in atteggiamento di paura e difesa”. Continua a leggere Comunione ai divorziati, Papa Francesco ai cardinali: “No al clericalismo”.

Vade retro separati, divorziati o risposati. Ma la Chiesa non dice questo.

di Giorgia Petrini

Preme, come era da aspettarsi in un mondo che vive di pancia, gossip e appetiti vari, la questione sinodale sui divorziati risposati. Comunione sì, comunione no. La vera ciccia del problema è questa. Continua a leggere Vade retro separati, divorziati o risposati. Ma la Chiesa non dice questo.