“Nella carne, col sangue”, di Andrea Torquato Giovanoli.

di Giorgia Petrini

Caro Mattia,
purtroppo non ti ho conosciuto, come la tua mamma e il tuo papà, ma penso di poterti raccontare una storia bellissima, quella della tua meravigliosa famiglia. Continua a leggere “Nella carne, col sangue”, di Andrea Torquato Giovanoli.

Perché non genitrice 1 e genitrice 2? Maschilismo?

di Giorgia Petrini per Notizie ProVita – 25/02/2014

Dopo l’ennesimo pasticcio di questi giorni sulla vicenda genitore 1 e genitore 2, emerso da una “leggerezza” (come l’INPS ha dichiarato ad Avvenire) con riferimento al modello AP70, relativo alla presentazione della domanda per l’ottenimento dell’invalidità civile in caso di minore età, ovvero per la quale si renda necessaria la dichiarazione dei genitori, ho intravisto all’orizzonte un disegno estremo e assai confuso. Continua a leggere Perché non genitrice 1 e genitrice 2? Maschilismo?

Aprite la mente al vostro cuore. Un libro bello.

di Giorgia Petrini

apritelamentealvostrocuore

Intanto diciamo subito che questo è un libro facile quanto, per alcuni versi, difficile. La cosa che mette d’accordo entrambi questi attributi è che si tratta di un libro bello.
Continua a leggere Aprite la mente al vostro cuore. Un libro bello.

Stavolta lo chiamo “La Grande Schifezza”, così non mi ripeto.

di Giorgia Petrini

Non ho molto da aggiungere a quanto scrissi appena visto questo film in un post che, ai tempi della prima uscita, titolai “La Grande Bruttezza”. Continua a leggere Stavolta lo chiamo “La Grande Schifezza”, così non mi ripeto.

Modernità e Olocausto di Zygmunt Bauman.

di Marco Di Antonio

“Il male non è onnipotente: è possibile resistergli. Anche se resistere al male richiede gesti avventati e imprudenti.”

Continua a leggere Modernità e Olocausto di Zygmunt Bauman.

L’eterno riposo e la grazia dell’accoglienza.

di Giorgia Petrini

Era tanto tempo che non andavo a un funerale con tanta gente. Era tanto che non vivevo l’attesa di un distacco in compagnia di chi se ne va e della sua famiglia. Era tanto che la persona che se ne va non era qualcuno con cui avessi passato qualche domenica o l’ultimo Natale.

Continua a leggere L’eterno riposo e la grazia dell’accoglienza.

La maternità di Therese.

di Carla Mauro

Era l’anno 2005, era il mio terzo viaggio dalla fine della guerra, e dovevamo controllare l’andamento delle scuole istituite dall’associazione Magic Amor che mio marito, medico congolese, ed io avevamo fondato.  Continua a leggere La maternità di Therese.

Sei donne combattive e quell’idea di aiutare i neonati “terminali” a vivere bene il loro «lampo di vita».

di Benedetta Frigerio – 22/02/2014

Mideast Israel Mozart Effect«Signora, è necessario l’aborto terapeutico». Sono queste le parole con cui fu accolta dai medici la gravidanza di Concetta Mallitti. Continua a leggere Sei donne combattive e quell’idea di aiutare i neonati “terminali” a vivere bene il loro «lampo di vita».

Nasce “Tracce nell’Anima”, la rubrica di Carla Mauro.

di Carla Mauro

A volte, nei rari momenti di libertà dai doveri quotidiani, dalle telefonate dei pazienti, dall’ascolto delle esigenze psicologiche, morali e pratiche dei figli, soprattutto quando alzo gli occhi al cielo e guardo le immensità dell’infinito, torno lì…  Continua a leggere Nasce “Tracce nell’Anima”, la rubrica di Carla Mauro.