Reinhard Marx: «Né per tutti, né per nessuno».

di Stefania Falasca, 10 Ottobre 2014

È ormai chiaro che la tendenza generale dell’assise sinodale sta gettando le basi per favorire un possibile accesso ai sacramenti per i divorziati risposati. Ieri sera, nell’ora della sessione libera, si è fatto un ulteriore passo avanti. Il tema è stato toccato in quasi tutti gli interventi.

Tra gli altri sono intervenuti di nuovo l’arcivescovo di Vienna, Cristoph Schönborn, e il cardinale Francesco Coccopalmerio. Sono decisamente in pochi quelli che restano contrari ad un’apertura, affermando che in nessun caso si possono aprire le porte dei sacramenti a chi non si trova nelle condizioni obbiettive. L’assemblea sinodale nella sua stragrande maggioranza è invece a favore di un intervento e desidera soluzioni concrete a fronte di determinati casi, così come è stato accennato anche dai padri intervenuti al briefing di ieri in Sala Stampa.

E negli interventi in aula si è richiamato e sottolineato anche il ruolo e la responsabilità del vescovo nella eventuale verifica delle condizioni di fede e del cammino di vita di queste persone. Insomma l’indirizzo generale è quello di un’attenzione misericordiosa verso quei casi specifici che lo studio della Chiesa stabilirà come tali. Il cardinale Reinhard Marx, facendosi interprete della Conferenza episcopale tedesca, ha detto che è giusto che la misericordia della Chiesa vada loro incontro ed ha usato un’espressione: «Né per tutti, né per nessuno», che riassume in modo sintetico l’orientamento espresso riguardo all’accessione ai sacramenti per i divorziati risposati.

Fonte: Avvenire

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...