Commento di un monaco trappista santo al vangelo di oggi

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 19,41-44.

In quel tempo Gesù, quando fu vicino a Gerusalemme, alla vista della città, pianse su di essa, dicendo:
«Se avessi compreso anche tu, in questo giorno, la via della pace. Ma ormai è stata nascosta ai tuoi occhi.
Giorni verranno per te in cui i tuoi nemici ti cingeranno di trincee, ti circonderanno e ti stringeranno da ogni parte;
abbatteranno te e i tuoi figli dentro di te e non lasceranno in te pietra su pietra, perché non hai riconosciuto il tempo in cui sei stata visitata».

San Rafael Arnaiz Baron (1911-1938), monaco trappista spagnolo.

Scritti spirituali, 23/02/1938

“Se avessi compreso anche tu, in questo giorno, la via della pace”

Mi son messo alla finestra… Il sole cominciava a sorgere. Una pace immensa regnava nella natura. Ogni cosa cominciava a svegliarsi, la terra, il cielo, gli uccelli. Tutto, poco a poco, cominciava a svegliarsi al ‘comando’ di Dio. Tutto obbediva alle sue leggi divine, senza lamenti né sussulti, dolcemente, con mitezza, sia la luce che le tenebre, sia il cielo azzurro che la dura terra coperta della rugiada dell’alba. Quanto è buono Dio! Pensavo. C’è pace ovunque, tranne che nel cuore dell’uomo. E dolcemente, delicatamente, Dio m’insegnò, con quest’alba dolce e pacifica, anche ad obbedire; un’immensa pace riempì la mia anima. Ho pensato che Dio solo è buono, che tutto è ordinato da lui, che nulla è importante in ciò che gli uomini dicono o fanno, e che per me non deve esserci al mondo che una sola cosa: Dio. Dio che ordina tutto per il mio bene. Dio che fa sorgere ogni giorno il sole, che fa sciogliere il gelo, che fa cantare gli uccelli, e cambia le nuvole in cielo con mille dolci colori. Dio, che mi dà un piccolo angolo in terra per pregare, che mi dà un piccolo angolo dove poter raggiungere ciò che spero. Dio, tanto buono con me che, nel silenzio, parla al mio cuore, e m’insegna poco a poco, forse fra le lacrime, sempre con la croce, a distaccarmi dalle creature; a non cercare la perfezione che in lui; che mi indica Maria e mi dice: “Ecco l’unica creatura perfetta; in lei troverai l’amore e la carità che non trovi negli uomini. Di che ti lamenti, fra’ Rafael? Amami, soffri con me; sono io, Gesù!”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...